Progetto Annuale: I Grandi Alberi

Il progetto mira ad avvicinare i bambini alla ciclicità delle quattro stagioni: per ogni unità di apprendimento, vengono presentati ai bambini i concetti tipici delle quattro differenti stagioni, utilizzandoli come sfondo degli obiettivi di apprendimento pensati per questa annualità scolastica.

“Sapore di mosto”, Autunno:

L’arrivo dell’autunno segna, per i bambini della Scuola dell’Infanzia, l’inizio o la ripresa del percorso di apprendimento: i più piccoli entrano per la prima volta a scuola, i più grandicelli ritrovano, invece, un ambiente familiare e gli amici. Un primo momento di adattamento, di saluti e di presentazioni è quindi necessario prima di dare l’avvio ai lavori. Quando il gruppo-sezione avrà consolidato l’affiatamento, potremo entrare nel vivo delle attività prendendo ispirazione dagli elementi che la natura ci offre in questa splendida stagione: il caldo che a poco a poco se ne va, le giornate che si accorciano, il vento che si fa sentire sempre più forte, le piogge, le foglie che cambiano colore e poi cadono…

Ogni percorso prenderà il via da un simpatico racconto-stimolo a cui si collegheranno numerose attività, atte a far sviluppare e a consolidare differenti abilità (manipolative, motorie, linguistiche, logiche, ecc.).

Attraverso laboratori artistici, giochi, filastrocche e canzoncine i bambini acquisiranno nuove conoscenze e competenze, svilupperanno la fantasia e la creatività, conquisteranno una maggiore autonomia nella cura della propria persona e nello svolgimento delle attività.

“Un soffice manto”, Inverno:

A dicembre comincia l’inverno, con il freddo pungente, con le piogge frequenti, con il profumo delle caldarroste che si spande per le vie della città a rinfrancare i passanti.

Simbolo per eccellenza di questa stagione è la neve, che scende su paesi, città e campagne, ricoprendo tutto di un manto bianco e morbido, che ovatta i suoni e dona ad ogni paesaggio un’aura fatata.

Il progetto “Un soffice manto” parte proprio dalla scoperta di questo “magico” elemento, con le sue caratteristiche (il colore, la consistenza leggera, la possibilità di manipolarlo creando infinite forme) per conoscere poi gli aspetti tipici della stagione invernale.

La natura e i luoghi familiari cambiano aspetto d’inverno; il passaggio dai colori caldi dell’autunno a quelli freddi non è mai repentino, è graduale, ma con la caduta della neve lo si può percepire in modo immediato e questo permette ai bambini di identificare in modo netto le caratteristiche della stagione, acquisendo conoscenze che andranno poi riprese e approfondite con il lavoro in sezione.

“Profumo di menta”, Primavera:

Percepire il risveglio della natura in primavera è elettrizzante per i bambini, che guardano con occhi pieni di meraviglia gli alberi che si tingono di verde e i prati che si coprono di fiori colorati e profumatissimi.

Le suggestioni che questa splendida stagione ci offre sono innumerevoli e ognuna di esse stimola la naturale curiosità dei bambini della scuola dell’infanzia e la loro sete di conoscenza.

Il progetto “Profumo di menta” ha come scopo proprio quello di presentare e di far conoscere tutte le caratteristiche della primavera, attraverso diverse tipologie di attività.

“Il suono del mare”, Estate:

Il progetto “Il suono del mare” accompagna i bambini della scuola dell’infanzia in un emozionante viaggio alla scoperta dell’estate, delineando un percorso completo ed efficace che li condurrà fino alla festa di fine anno, momento importantissimo di socializzazione e condivisione, che segna il raggiungimento di un altro importante traguardo nel percorso di crescita dei bambini.

Progetto Accoglienza: Ronnie e Poldo alla scoperta del Bosco

Il periodo di inserimento del bambino nella Scuola dell’Infanzia è un momento importante vissuto intensamente sia dal piccolo che dal genitore. E’ infatti un incontro di due realtà diverse tra le quali è importante si stabilisca un rapporto di fiducia e collaborazione reciproca, in un clima di serenità e continuità affettiva.

Ecco perché, tale Progetto di Accoglienza, prevede di strutturare tempi, spazi e relazioni per aiutare il piccolo a vivere questa separazione nel modo più sereno possibile.

Anche i genitori vivono questo tempo con difficoltà ed ansia; è importante quindi che tra le insegnanti, il bambino e il genitore si instauri un rapporto di fiducia, con un’attenzione particolare, da parte delle educatrici, alle esigenze individuali di ogni piccolo.

Il primo giorno di Scuola non è lo stesso per ciascun bambino. Per i bambini di quattro, cinque anni si tratta di ritornare in un posto lasciato solo qualche mese prima, è un appuntamento che viene vissuto in modo generalmente positivo. Per i bambini di tre anni è diverso: andare a Scuola significa entrare in un mondo nuovo, separarsi dai genitori, trovarsi in una “comunità” con persone e regole spesso sconosciute…

Accogliere bene un bambino significa aiutarlo a stabilire relazioni positive con adulti e coetanei, che gli facciano venire la voglia di “tornare domani”, superando i problemi del distacco con i familiari e vivendo la Scuola come esperienza piacevole e stimolante. Significa condurlo per mano alla scoperta della Scuola e dei suoi spazi, aiutandolo a conoscerli, ascoltarli e a muoversi con più sicurezza.

Ecco perché, come 1° Unità di Apprendimento, noi Insegnanti abbiamo scelto la storia ”Ronnie e Poldo alla scoperta del bosco” di Valeria Forconi, che ci permette di accompagnare i bambini alla scoperta di vari elementi che caratterizzano la stagione dell‘Autunno.